Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » ASSEMBLEA CONFCOMMERCIO 2017: OLTRE LA CRISI E VERSO IL FUTURO

ASSEMBLEA CONFCOMMERCIO 2017: OLTRE LA CRISI E VERSO IL FUTURO

Salvadori ai suoi dirigenti riuniti: “Alzate lo sguardo, fate un salto logico, la vostra storia è il vostro orgoglio”

Se il terziario ha vissuto e sta vivendo i postumi della crisi, le trasformazioni dei consumatori e le rivoluzioni del digitale e dell’e-commerce, Ascom-Confcommercio, che del commercio, del turismo e dei servizi è espressione e rappresentanza, vive una altrettanto grandiosa trasformazione che, in questo mandato presieduto da Renato Salvadori, sta facendo scuola e sta diventando modello di efficace rappresentanza territoriale. Alla nuova Associazione, la “cabina di regia” fatta di servizi e di rappresentanza cui Salvadori ha dedicato l’impegno di questi anni e gran parte della relazione annuale, si profilano scenari nuovi e stimolanti: è orientata verso un grande riposizionamento del mercato con categorie sempre più unite, accorpate e dialoganti tra di loro “per aumentarne il peso specifico migliorandone l’azione”. Le parole chiave della rivoluzione associativa ideata da Salvadori e dal nuovo gruppo dirigente sono due: meno verticalità e più orizzontalità. Confcommercio, al pari di tutte le aziende che affrontano le rivoluzioni, sta infatti “sperimentando” con successo lo strumento del “cruscotto di controllo” composto dai capi area che mette insieme la parte associativa di rappresentanza e la parte operativa dei servizi nella logica definita da Salvadori del “meticciamento”, cioè della confluenza e sovrapposizione tra chi rappresenta e chi eroga servizi.
Quanto al mercato- in uno scenario politico incerto, di fronte ad un mondo globale che presenta i forti rischi, soprattutto mediatici, determinati dagli “uomini soli al comando”, con giovani che scappano all’estero, generazioni assottigliate, paura per le migrazioni, l’economia- ha ribadito Salvadori- “potrà stare in equilibrio perché “il valore della prossimità diventa imprescindibile anche per un gigante come Amazon che se ne impossessa riempiendola di una modernità non alla portata di tutti.”
E la realtà, secondo l’analisi di Salvadori, è già ben oltre la crisi: “non più grande contro piccolo, piuttosto grande contro grande alla ricerca di un equilibrio di mercato ormai tramontato da tempo. Soprattutto moderno contro statico, nuovo contro vecchio, dove il nuovo diventa significato per i consumatori…”
Il futuro è – secondo Salvadori- di chi sa interpretare il nuovo, di chi è consapevole della propria storia imprenditoriale e sa orogliosamente raccontarla, di chi sa anticipare le tendenze, di chi coniuga l’on line con l’off line, di chi, in sostanza, riesce a confezionare al meglio quella ricetta antica che ha, da sempre, dato forza e sostanza al commercio: “tanta professionalità, un pizzico di spregiudicatezza, abbondante dose di sorrisi, zoccoli robusti per camminare a fianco di chi rappresentiamo”. Col desiderio di contare, di crescere, di aumentare di numero, di contribuire allo sviluppo dell’economia e dell’occupazione.

Leggi e consulta la relazione del Presidente Salvadori:
Relazione Assemblea 2017 n2