Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » MONDO DEL LAVORO » Circolari » COLLABORATORI FAMILIARI – CHIARIMENTI DEL MINISTERO SULLA ISCRIZIONE ALLA GESTIONE ASSICURATIVA E PREVIDENZIALE

COLLABORATORI FAMILIARI – CHIARIMENTI DEL MINISTERO SULLA ISCRIZIONE ALLA GESTIONE ASSICURATIVA E PREVIDENZIALE

Il Ministero del Lavoro è intervenuto per fornire al personale ispettivo indicazioni in merito alla posizione dei collaboratori familiari, che prestano attività lavorativa presso l’azienda di un familiare.

In particolare, il Ministero ha chiarito gli aspetti relativi agli obblighi, per i collaboratori familiari, di iscrizione alle gestioni Inps e Inail e al conseguente pagamento dei rispettivi contributi previdenziali e assicurativi.

Iscrizione alla gestione INPS

Con riferimento agli obblighi previdenziali, viene precisato che le prestazioni rese dal coniuge, dai parenti o affini entro il terzo grado dell’imprenditore di natura occasionale e di tipo gratuito, non comportano l’iscrizione nella gestione previdenziale di settore.

In questi casi non è rilevante che la prestazione resa dal collaboratore venga svolta nei locali dell’azienda in presenza o meno del titolare.

Iscrizione alla gestione INAIL

Per quanto riguarda gli obblighi assistenziali, viene evidenziato, in accordo con l’INAIL, che in tutte le ipotesi in cui le prestazioni dei familiari siano rese a titolo gratuito e siano meramente “accidentali”, non sussiste l’obbligo assicurativo.

Si precisa che la natura accidentale della prestazione si presume fino a prova contraria. Ciò significa che grava sul personale ispettivo l’onere di dimostrare, dandone prova documentale, che la prestazione lavorativa del collaboratore familiare non sia meramente occasionale.

Data la complessità della materia, l’Ufficio Sindacale rimane a disposizione delle aziende per ulteriori approfondimenti e chiarimenti in merito.