Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » STUDI E RICERCHE » Osservatorio sui consumi » CONSUMI: IL 2014 SI APRE ALL’INSEGNA DELLA LEGGEREZZA E DELL’OTTIMISMO

CONSUMI: IL 2014 SI APRE ALL’INSEGNA DELLA LEGGEREZZA E DELL’OTTIMISMO

PRESENTATI I DATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2014
Si apre all’insegna della “leggerezza”, o almeno di un minor peso della crisi, il 2014, l’anno che, se proseguisse con questo trend, potrebbe segnare la tanto auspicata svolta sul fronte dei consumi.
A confermarlo sono i dati dell’Osservatorio provinciale sui Consumi di Confcommercio, che nei giorni scorsi ha presentato il report del primo trimestre dell’anno, con gli interventi di Vittorio Filippi (coordinatore scientifico), Guido Pomini (presidente di Confcommercio), e Federico Capraro, presidente di Federalberghi Treviso.
La metafora scelta per illustrare il trimestre è quella del “bicchiere mezzo pieno”, piuttosto che “mezzo vuoto”, un’immagine che ci fa comprendere come siano emersi molti segnali positivi che contribuiscono a confermare l’idea di avvio della ripresa, pur in un contesto ancora difficile, costretto a fare i conti con settori, come quello del turismo e dell’auto, decisamente in calo.
Nel terziario, ed in particolare nel commercio, molti indicatori presentano risultati più positivi rispetto al 2013: meno vendite in frenata nei vari segmenti merceologici, pareri positivi da parte degli imprenditori sui nuovi provvedimenti del Governo, più liquidità e soprattutto più ottimismo da parte dei consumatori, i veri “sensori” di questa crisi, in grado di spostare, con i loro comportamenti di acquisto, l’ago della bilancia.
Ecco l’analisi dei dati, settore per settore e gli interventi del presidente Guido Pomini e del sociologo Vittorio Filippi.
slides1-2014
interventopomini1trim2014bis
commentofilippi1-2014