Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » CUCINA VENETA: A TREVISO ARRIVA IL FESTIVAL, DAL 29 APRILE AL 31 MAGGIO 2016

CUCINA VENETA: A TREVISO ARRIVA IL FESTIVAL, DAL 29 APRILE AL 31 MAGGIO 2016

CUCINA VENETA TRA PASSATO E FUTURO: A TREVISO ARRIVA IL FESTIVAL PER CELEBRARE LE ANTICHE RICETTE VENETE

Arriva a Treviso- dal 29 aprile al 31 maggio 2016 – il Festival dell’Antica Cucina Veneta: un progetto ideato da Veneto Comunicazione, sostenuto e promosso da Centro Marca Banca Credito Cooperativo e Confcommercio Treviso, con i patrocini della Provincia, della Camera di Commercio, del Touring Club e la partecipazione del Gruppo Ristoratori della Marca trevigiana.

Due le proposte del Festival, la prima per gli addetti ai lavori ed operatori del settore, che vedrà un importante convegno dedicato al futuro della Food Economy nel Veneto, in programma venerdi 29 aprile alle 15,30 al Maggior Consiglio, la seconda per cittadini, turisti, visitatori e gourmet con un programma di suggestive cene con menu storici e in vari ristoranti della Marca fino al 31 maggio. Il convegno sarà un omaggio alla grande opera di Giuseppe Maffioli, ma soprattutto una qualificata riflessione sul futuro di questo comparto che, forte di un glorioso passato, si interroga ora sui cambiamenti in atto e sulle prospettive.

Interverranno: Antonio Belloni, autore del libro Food Economy, Mara Manente, direttore del Centro Internazionale di studi sull’economia turistica, Arrigo Cipriani, che porterà la sua testimonianza umana e professionale. Il convegno vedrà riuniti il presidente di Confcommercio Renato Salvadori, il presidente del Gruppo Ristoratori Paolo Fantin, i presidenti del Consorzio di tutela del Prosecco doc, del radicchio, i dirigenti e docenti degli Istituti scolastici Maffioli e Cerletti, i rappresentanti dell’Accademia della Cucina e tutti gli operatori del settore.

Le ricette dell’antica tradizione veneta torneranno nei ristoranti trevigiani a partire dal primo giorno di Festival, venerdi 29 aprile, con la cena di gala rinascimentale da Celeste (Venegazzù), per proseguire con un programma di cene a tema:
il 6 maggio a Casa Brusada (Crocetta del Montello),
il 12 e 13 maggio Al Ringraziamento (Cavaso del Tomba),
il 20 maggio al Concerto (Silea),
il 27 maggio Da Domenico (Lovadina di Spresiano).

Per l’intero mese di maggio, si potranno gustare ricette dell’antica cucina veneta (dal XIV al XIX secolo) tutti i giorni, in 14 ristoranti della Marca trevigiana:
Ai sette nani (Negrisia), Al Migò (Treviso), Al Ringraziamento (Cavaso del Tomba), Al Sile (Casier), Casa Brusada (Crocetta del Montello), Da Alfredo (Treviso), Da Celeste (Venegazzù), Da Domenico (Lovadina) , Da Fior (Salvarosa di Castelfranco), Da Gigetto (Miane), Il Concerto (Silea), L’Incontro (Treviso), Perché (Roncade), Tre Panoce (Conegliano).

Torte, “potagi”, “zaeti”, zuppe e “brodeti”, “risi e bisi”, “fritole”, polenta e così via, tutto filologicamente riscoperto e riproposto nei piatti come prescritto dagli antichi ricettari veneti, che Veneto Comunicazione ha selezionato e pubblicato in un sapiente volumetto dedicato all’Antica Cucina Veneta che giunge quasi come una sfida alle contaminazioni moderne della recente cultura salutista, ma anche come un contributo storico ben definito ad un settore sempre più influenzato da trasmissioni televisive che rendono l’arte culinaria e la passione per il cibo uno spettacolo mediatico.

“Dalla gastronomia tradizionale, tecnicamente impeccabile, intellettualmente determinata, fondata sul contributo di Giuseppe Maffioli e sull’arte dei nostri grandi “padri ristoratori” che in questi tre decenni hanno esportato i valori della trevigianità nel mondo- afferma Renato Salvadori, presidente di Confcommercio- ora la cucina veneta e trevigiana deve guardare al futuro interrogandosi su come poter salvare questa eredità, favorire l’ascesa dei giovani ed interpretare le sfide del cambiamento, portando la giusta dose di innovazione in una grande tradizione culinaria. La cucina trevigiana è una cucina fondata su grandi intuizioni che hanno saputo coniugare terra, tradizioni, ma anche energia, personalità, identità. Per questi motivi ConfCommercio ha deciso di sostenere ed organizzare questo Festival, che, con una serie di eventi, porta i riflettori su uno dei settori trainanti dell’economia veneta e trevigiana.”
“Quando CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso decide di sostenere un’iniziativa” – afferma il presidente Tiziano Cenedese- “è sempre una risposta al territorio, non di un calcolo economico. Centro Marca Banca ha un legame naturale, genetico con il territorio: siamo presenti in 41 comuni delle province di Treviso, Padova, Venezia. Quando decidiamo di finanziare un progetto cooperiamo al progetto e cerchiamo di comprendere insieme ai suoi autori quale sia l’importanza che esso può avere per la crescita culturale e umana del territorio.
Insomma la qualità del nostro lavoro è al servizio del territorio e dei suoi cittadini. Per questo il progetto accolto con entusiasmo dalla Confcommercio non poteva non conquistarci: è uno straordinario e ben documentato omaggio all’arte culinaria della nostra regione”.

Da provare le ricette venete realizzate in diretta dagli chef di Celeste, nei seguenti video:

 

 

Torta de gamberi vantagiata

Potagio d’ombrina alla vinetiana