Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » FATTURAZIONE ELETTRONICA: PROROGA, MA NELLA MARCA I BENZINAI SONO PRONTI DA TEMPO

FATTURAZIONE ELETTRONICA: PROROGA, MA NELLA MARCA I BENZINAI SONO PRONTI DA TEMPO

Fatturazione elettronica carburanti: si parte il 1° gennaio 2019
In casa Confcommercio pronti una serie di servizi digitali, incontri informativi continui
Per i benzinai pronto il servizio GetYourBill da tempo

Annunciata da mesi, discussa ai tavoli, temuta da agenti di commercio e partite iva, lo spettro della fatturazione elettronica si sta allontanando dalla data del 1° luglio. Già pubblicata in Gazzetta la proroga al 1 gennaio 2019, che significa estate tranquilla ed altri sei mesi di tempo per organizzare i servizi e la mentalità adeguati per affrontare una rivoluzione che riguarda l’acquisto di carburanti, ma anche tutto il mondo delle partire iva, delle imprese e dei professionisti.
“In casa Confcommercio, la “e-fattura” non teme impatti particolari”- assicurano i referenti dei vari servizi digitali- “siamo partiti per tempo e da mesi incontriamo i soci di tutti i settori per spiegare la novità. Offriamo 4 tipologie di servizio, adatte ad ogni esigenza ed in grado di rispondere a tutte le tipologie di attività: da quello che emette poche fatture l’anno a quello che ne emette 40 alla settimana, giusto per fare un esempio”. Il servizio di fatturazione elettronica offerto da Confcommercio consente a qualsiasi socio di adeguarsi alla normativa senza particolari difficoltà, accedendo al servizio con quattro livelli, dal più completo- adatto a chi non sa usare neanche il cellulare e non ha alcuna competenza digitale – a quello più evoluto, ideale per chi intende gestirsi autonomamente tutta la fatturazione.
Ma la categoria più interessata alla rivoluzione è quella dei distributori di carburante- aderenti al gruppo Gisc-Confcommercio- il settore più esposto alla novità, visto che l’abolizione drastica della carta carburante senza adeguata alternativa potrebbe, in teoria, generare un caos non indifferente, con tempi di attesa ad ogni rifornimento, e notevoli difficoltà da parte sia da parte del gestore che da parte dei clienti. “A Treviso”- assicura Moreno Parin- presidente del Gruppo Gisc-Confcommercio, non sarà così ed ora, questa proroga, che può comunque essere positiva per i consumatori, a noi non cambia nulla. Siamo già pronti da mesi ed abbiamo attivato, per i nostri soci, il servizio GetYourBill, ovvero un applicativo all inclusive semplice e comodissimo che, con un costo accessibile (un centinaio di euro anno in media per un pacchetto) consente al gestore di emettere fattura elettronica immediatamente, senza alcun aggravio di tempi, costi e con la certezza di essere in regola con la normativa. Praticamente come pagare col bancomat”
Come spesso capita, a grandi cambiamenti corrispondono piccole e semplici soluzioni.