Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » FESTIVITA’ IN ARRIVO: AUMENTA IL RISCHIO DI FURTI E RAPINE, ECCO IL PRONTUARIO DELLA QUESTURA

FESTIVITA’ IN ARRIVO: AUMENTA IL RISCHIO DI FURTI E RAPINE, ECCO IL PRONTUARIO DELLA QUESTURA

La Questura ha diffuso una serie di accorgimenti per aumentare la sicurezza di esercenti e cittadini

Se il mese di dicembre, da una parte offre occasioni di festa e di shopping, dall’altra è un mese che aumenta il rischio per furti, rapine, scippi, raggiri, eventi criminosi. La Questura di Treviso, in collaborazione con la Polizia di Stato e le altre Forze dell’Ordine, ha predisposto, per questo periodo, un piano straordinario di controllo dell’intero territorio provinciale mirato a garantire migliori condizioni di sicurezza ai cittadini, agli esercenti ed ai negozianti. Particolare attenzione verrà riservata al contrasto dei fenomeni della commercializzazione di prodotti contraffatti, al commercio ambulante abusivo, alla commercializzazione illegale di banconote false e di fuochi pirotecnici. La Polizia consiglia di denunciare sempre truffe, furti e raggiri, di cui spesso sono vittime le persone anziane, e di contattare le Forze dell’Ordine in caso di situazioni sospette.
In particolare, ecco i CONSIGLI di cui far tesoro in questo periodo:
– prestare massima attenzione ai furti nella fascia oraria dalle 15,30 alle 20,30 (maggiormente interessata ai furti in abitazione)
– installare sistemi di difesa passiva (porte blindate, telecamere…)
– revisione periodica dei sistemi di allarme;
– usare prudenza quando si preleva denaro da un bancomat o si effettua un versamento alla cassa continua (desistendo prontamente se si ha il sospetto di essere osservati o seguiti)
– prestare attenzione alle banconote, soprattutto quelle di piccolo taglio, maggiormente interessate alla falsificazione;
– non aprire le porte a sconosciuti o a sedicenti appartenenti ad aziende di pubblica utilità. Verificare sempre con una telefonata all’Ente o Azienda o contattare le Forze dell’Ordine;
– non sottoscrivere proposte di abbonamenti consegnando denaro contante a persone sconosciute.