Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » FIPE-UNICEF: AL VIA LA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA’ PER UN CIBO “GIUSTO, BUONO E SANO”

FIPE-UNICEF: AL VIA LA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA’ PER UN CIBO “GIUSTO, BUONO E SANO”

Nelle pizzerie trevigiane si mangerà con tovagliette solidali all’insegna del messaggio EXPO
Entra nelle pizzerie trevigiane il messaggio dell’EXPO, ancora prima della conclusione della grande fiera.
La Fipe-Confcommercio trevigiana ha infatti accolto e sostenuto il progetto promosso dal Comitato provinciale dell’Unicef, che nelle tovagliette di carta in uso nelle pizzerie, prosegue e condivide il messaggio dell’EXPO: con lo slogan “nutrirsi bene, nutrirsi tutti” ed una serie di indicazioni dedicate a descrivere in maniera chiara e riassuntiva le qualità dei cibi “buoni e preziosi” indispensabili per una dieta corretta: pane e cereali, frutta e verdura, carne e pesce, latte e latticini.
Un messaggio – quello della necessità di mangiare bene e di redistribuire il cibo nel mondo in maniera più equa- al quale Unicef lavora da anni, a tutti i livelli ed in tutti i paesi del mondo, attraverso l’adozione di progetti annuali specifici, che l’EXPO ha appena amplificato e riportato sotto i riflettori.
Inizia dunque dalla pizza, icona del made in Italy e simbolo per eccellenza del buono, la campagna per comunicare a tutti la necessità di un cibo non solo buono, sano e nutriente, ma anche più giusto ed etico.
“La pizza”- spiega Dania Sartorato, presidente della Fipe-Confcommercio provinciale- “racchiude in sé non solo l’idea del cibo buono, conosciuto ed amato da tutti, ma anche completo, perché composto da tutti i nutrienti importanti per l’alimentazione. Le pizzerie hanno una diffusione capillare nel territorio e raggiungono facilmente la popolazione giovanile, pertanto le tovagliette veicoleranno il messaggio migliaia di volte, almeno tante quante saranno le pizze servite nei locali trevigiani.”
“Con questa iniziativa”- spiega Mariella Andreatta, presidente del Comitato provinciale Unicef- “intendiamo proseguire nel nostro impegno nel territorio per promuovere l’Unicef stesso ed il proprio impegno per la nutrizione. Le pizzerie sono capillari e sono le nostre prime alleate, l’auspicio è di proseguire presto anche in altri comuni, coinvolgendo sempre più esercenti e consumatori.”
“Ricordare con ogni tovaglietta ai ragazzi ed ai bambini che c’è qualcuno che ha troppo e qualcuno che ha troppo poco”- ha sottolineato Deborah Compagnoni, ambasciatrice dell’Unicef e sostenitrice della campagna intervenuta alla presentazione- “non è poi così scontato, è un’educazione importante di cui c’è molto bisogno. Per questo ci stiamo impegnando, l’obiettivo è quello di ridurre i numeri dei bambini privi di cibo e cure adeguate nel mondo, ma anche in Italia.”
Le tovagliette verranno distribuite nelle pizzerie del Comune di Treviso a partire dai prossimi giorni. Inoltre le pizzerie ospiteranno anche i volontari Unicef che, particolarmente nel periodo delle festività natalizie, sensibilizzeranno la clientela sull’operato dell’Unicef, proponendo modalità di sostegno attraverso la vendita delle famose ed universali Pigotte, la bambola di pezza simbolo ormai riconosciuto dell’Unicef, realizzata a mano dai volontari, il cui costo- di soli 20 euro – riesce a garantire per un bambino la copertura delle vaccinazioni fondamentali.
Il progetto è stato presentato oggi, nella sede di Confcommercio Treviso e – come ha ricordato la presidente Dania Sartorato, va ad aggiungersi agli altri progetti di promozione sociale già attuati dalla Fipe nel campo della prevenzione e tutela della salute (realizzati con la collaborazione della USL 9: no alcol al di sotto dei 16 anni, mangiar sano in pausa pranzo, mamma beve bimbo beve.
Scarica la tovaglietta: Tovaglietta Unicef Treviso 2 versione