Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » FURTI E RAPINE: SUBITO IL PATTO PER LA SICUREZZA

FURTI E RAPINE: SUBITO IL PATTO PER LA SICUREZZA

Scende in campo la Fipe-Confcommercio a supporto della richiesta del Comune e chiede il riconoscimento dello stato di emergenza

Se il Sindaco chiede da subito l’avvio del “patto per la sicurezza” per contare su una maggiore collaborazione tra forze dell’Ordine e categorie, la Fipe – Confcommercio scende in campo chiedendo rinforzi e maggiori risorse per il territorio.
“L’ondata di furti e rapine alla quale stiamo assistendo non è una novità assoluta”- assicura Dania Sartorato- presidente di Fipe-Confcommercio- “da anni, in tutti gli incontri che abbiamo avuto con i vertici delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine, sosteniamo che nel territorio vengono inviate poche risorse umane, insufficienti per garantire il presidio adeguato delle attività commerciali e di somministrazione.
Ora sta toccando ai bar, che peraltro sono sempre stati, da anni, al centro di episodi criminosi, ma ci sono periodi in cui vengono presi di mira con maggiore intensità gli ottici, poi i gioiellieri e altro ancora. Il commercio è nel mirino, dobbiamo vivere blindati e con la paura di chiudere le serrande. Una società che fa paura non consente all’impresa di svolgere adeguatamente il proprio ruolo”.
I pubblici esercizi- spiega Dania Sartorato- in particolare, sono già “esasperati” dall’esposizione quotidiana che hanno: sono esposti ai furti e alle rapine, ma anche a tanti episodi di disagio. Dobbiamo trasformarci in vigilanti ed andare a casa con il terrore di trovare il locale devastato. Chiediamo il riconoscimento dello stato di emergenza: almeno sgravi fiscali ed incentivi per pagarci le assicurazioni, la riparazione dei danni ai nostri locali, l’installazione di telecamere e abbonamenti speciali alla vigilanza privata”.