Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » I PRIMI DIECI ANNI DELL’ASSOCIAZIONE RISTORATORI DEL MONTELLO: FESTA A VOLPAGO IL 9 DICEMBRE

I PRIMI DIECI ANNI DELL’ASSOCIAZIONE RISTORATORI DEL MONTELLO: FESTA A VOLPAGO IL 9 DICEMBRE

Martedi 9 dicembre alle 11 a Volpago del Montello (sala della Biblioteca) l’Associazione Ristoratori Montello festeggia il decennale della nascita, presenta i menu locali ed il nuovo programma per il 2015

Il Montello non perde il suo fascino. L’Associazione Ristoratori Montello a Tavola, ora presieduta da Ezio Guizzo, festeggia i dieci anni di vita e torna alla carica non solo per il Natale, ma per il 2015, anno per il quale, grazie alla nuova brochure italiano/inglese , presenta menu ed offerte promozionali. L’obiettivo è quello di tradurre nella pratica la filosofia del km zero, una filosofia di qualità che nella collina che un tempo serviva di legname la Serenissima trova la massima espressione. 11 Ristoranti, dislocati nei Comuni del territorio Montelliano (da Giavera a Venegazzù), una presenza sui social nella pagina facebook Montello a tavola e su Tripadvisor, una ben caratterizzata rosa di prodotti tipici locali: miele, patata, chiodini, formaggio, erbette, castagne,  un grande vino rosso (Il Merlot dell’azienda Ida Agnoletti) appena selezionato che rappresenterà il Montello per i prossimi 2 anni ed un immancabile prosecco (dell’azienda Callegari Roberto di Bavaria), un menu degustazione “smart” (2 piatti e 1 calice), ed un forte impegno per valorizzare ed amplificare le iniziative del territorio: “sono queste le armi”- spiega il presidente Ezio Guizzo- “con le quali intendiamo sfidare crisi e cambiamento. Per il 2015 intendiamo potenziare tre filoni di attività, dove la ristorazione tipica e locale potrà giocare un ruolo importante: quello del turismo sportivo e ciclistico, qualificando l’indotto con offerte dedicate e la nascita di un disciplinare specifico, quello dei grandi eventi dedicati al centenario della Grande Guerra, alleandoci con le realtà turistiche, museali e culturali locali, e quello dell’Expo 2015, dove intendiamo veicolare i prodotti tipici del nostro territorio. Sono queste grandi occasioni di crescita per le nostre imprese ed intendiamo sfruttarle”. “Il Montello ha tutte le carte in regola per compiere un salto di qualità e per trasformarsi in una meta turistica ambita, rafforzando il potenziale turistico della provincia” – afferma Alessandro Martini, direttore del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso. “Con Ryanair abbiamo appena avviato una campagna di promozione sul Montello e sui colli asolani che abbina la scoperta del territorio, con le sue peculiarità enogastronomiche, coi voli low cost.” “L’enogastranomia montelliana”- sostiene Renato Salvadori, presidente di Confcommercio Treviso – “deve diventare parte integrante di un sistema territoriale che vede l’alleanza e l’integrazione tra imprese, competenze, risorse naturali, offerta ricettiva ed alberghiera, sport e cultura. Solo facendo “sistema”, il territorio potrà competere con altri territori evoluti, in un’ottica internazionale che può tradursi in maggiori opportunità di business e di lavoro.” Riconoscibili dal logo verde-marrone-blu identificativo dei colori della terra, i ristoranti di Montello a Tavola (Alle Betulle, Casa Brusada, Da Celeste, La Baita, La cucina di Crema, La Panoramica, Locanda Santa Mama, Miron, Sbeghen, Bandiera, Boomerang) offrono a turisti, visitatori, consumatori l’opportunità di vivere un’esperienza gastronomica sana, genuina ed economicamente accessibile, in un ambiente unico ed insostituibile.