Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » IL BENTORNATO DI CONFCOMMERCIO AL MUSEO BAILO

IL BENTORNATO DI CONFCOMMERCIO AL MUSEO BAILO

Cinque anni di lavori per ridare vita al Museo istituito nel 1879
Riapre a Treviso, dopo quasi 12 anni e dopo interventi architettonici e museografici che ne hanno completamente cambiato il volto, il Museo civico Luigi Bailo, una grande galleria del Novecento, un gioiello architettonico connotante il contesto urbano nel quartiere storico di Borgo Cavour e scrigno di una collezione d’arte di indubbio valore, soprattutto per l’eccezionale raccolta di Arturo Martini, la più cospicua tra quelle esistenti, ora pienamente valorizzata. Ma il Bailo non si distingue solo per questa preziosissima raccolta, l’apertura del nuovo museo, nei 1130 metri quadri di superficie espositiva, svela alla città un tesoro immenso dove si ritrovano grandi artisti come Gino Rossi, Nino Springolo, Luigi Serena, Giovanni Apollonio e numerosi altri.
Confcommercio Treviso, come soggetto attivo di un parternariato che intende rilanciare la città con arte e cultura, ha sottolineato, durante la cerimonia inaugurale che- “La riapertura del Bailo”- ha sottolineato il presidente di Confcommercio Renato Salvadori- “è un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza. Il futuro sarà tutto nella capacità ulteriore di fare “sistema” e di potenziare quella rete per la quale Confcommercio ha dimostrato, fino ad ora, di operare in maniera costruttiva. Ora inizia un nuovo percorso ed occorre mettere in campo la strumentazione necessaria per caratterizzare la città come luogo di eccellenza del ‘900, per marcare una vocazione importante che si sta manifestando con il recupero di uno spazio museale di grande prestigio storico ed architettonico. L’apporto di tutti, ed in particolare dell’allora assessore Vittorio Zanini, si è rivelato prezioso e lungimirante.”