Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » IL LAVORO ACCESSORIO ED I VOUCHER: TUTTI I CHIARIMENTI DELL’INPS

IL LAVORO ACCESSORIO ED I VOUCHER: TUTTI I CHIARIMENTI DELL’INPS

Il grande capitolo del lavoro accessorio e dei voucher ha trovato chiarezza con una circolare dell’Inps.
Ecco le novità:
1. Aumento limite massimo nel compenso del prestatore.
Il limite massimo del compenso che il prestatore può percepire dalla totalità dei committenti passa a 7.000 euro netti (9.333 euro lordi) nel corso di un anno civile (dal 1 gennaio al 31 dicembre). Rimane, invece, immutato il limite di 2.000 euro netti (annualmente rivalutato in base alla variazione dell’indice ISTAT) per le prestazioni rese nei confronti del singolo committente. Pertanto, resta confermato il limite dei 2.000 euro, che l’azienda può utilizzare per ogni voucherista.
2. Possibilità di remunerare con voucher soggetti percettori di prestazioni integrative del salario e/o di prestazioni a sostegno del reddito.
È resa strutturale la possibilità per i percettori di prestazioni integrative del salario o di sostegno al reddito di effettuare prestazioni di lavoro accessorio nel limite complessivo di 3.000 euro netti (4.000 euro lordi).
3. Acquisto telematico dei voucher da parte dei committenti imprenditori o professionisti.
I committenti, se imprenditori o professionisti, potranno comperare i voucher esclusivamente con modalità telematiche. Pertanto, si potranno acquistare i buoni solamente attraverso:
a) la procedura telematica INPS;
b) i tabaccai aderenti alla convenzione INPS-FIT e tramite servizio internet Banking Intesa Sanpaolo;
c) Banche Popolari abilitate.
4. Misura del voucher.
In attesa dell’emanazione del decreto ministeriale che dovrà andare a ridefinire il valore nominale del singolo buono, questo ha, attualmente, un valore orario pari a 10 euro, nella generalità dei casi.
5. Obbligo di comunicazione preventiva in capo al committente.
È stato introdotto l’obbligo di comunicare alla Direzione Territoriale del Lavoro l’utilizzo del lavoratore a voucher prima dell’inizio della prestazione attraverso modalità telematiche, ivi compresi sms o posta elettronica. In proposito, si comunica che il Ministero del Lavoro, con nota n. 3337 del 25/06/2015, ha chiarito che, al fine dei necessari approfondimenti in ordine all’attuazione di tale obbligo e nelle more dell’attivazione delle procedure telematiche, la comunicazione dovrà per il momento essere effettuata secondo le attuali modalità. Per informazioni: 0422 580361