Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » ODERZO: UNA SEDE NUOVA PER GUARDARE AL FUTURO

ODERZO: UNA SEDE NUOVA PER GUARDARE AL FUTURO

Presenti il Governatore Zaia, il presidente nazionale Carlo Sangalli, il presidente provinciale Salvadori, i vertici di Confcommercio Veneto, il presidente Muraro e le Autorità locali

E’ stata un’inaugurazione in grande stile, con una festa iniziata al mattino alle 11 e proseguita per l’intera giornata, quella organizzata dall’Ascom di Oderzo nella giornata di domenica 24 gennaio per battezzare la nuova “casa delle imprese” del terziario in via Spiné 10 a Oderzo.
Ricostruita sul sito di quella precedente, improntata ai massimi criteri di efficienza, modernità e sostenibilità, i 1500 metri quadri dell’Ascom offrono servizi evoluti ed assistenza alle imprese del commercio, del turismo e dei servizi del mandamento opitergino che comprende ben 14 comuni. Dalla formazione, all’aggiornamento professionale, passando attraverso l’assistenza fiscale, legale, tributaria, amministrativa, tecnica. Oltre ad un attrezzatissimo auditorium da 100 posti messo a disposizione della collettività.
“L’Ascom di Oderzo”- ha dichiarato il presidente Rino Rinaldin nel discorso inaugurale -“guarda al futuro e, con i nuovi uffici, intende offrire opportunità concrete di crescita, confronto e sviluppo agli oltre 850 associati, per affrontare le sfide del mercato e superare definitivamente la crisi”.
“Una crisi che”- secondo il presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli– se da una parte sembra aver imboccato timidamente la strada della ripresa per l’evidenza di qualche segno positivo, dall’altra è ancora in attesa di riforme, ad iniziare da quella fiscale, dalla quale passa necessariamente il rilancio dei consumi”. “Si potrà parlare di ripresa solo quando l’Italia”- ha affermato Sangalli- “avrà definitivamente abbassato la pressione fiscale, che ha un livello talmente alto da posizionarci ai primi posti al mondo”.
E lo slogan meno burocrazia, meno tasse, più dialogo, più opportunità, più strumenti di sviluppo è quello che è risuonato per l’intera mattinata nell’avveniristica sede affollata di imprenditori, sostenuto con forza anche dagli impegni espressi dal Governatore della Regione Veneto Luca Zaia.
Musica, storia e cultura hanno arricchito l’intera giornata, proseguita fino a tarda sera con convegni ed interessanti riflessioni storiche e sociologiche. Prima fra tutte quella proposta nel pomeriggio da Ulderico Bernardi, sul valore dell’opitergino quale terra di antiche tradizioni, poi quella, interessantissima, offerta dal direttore d’orchestra Maurizio Arena, che tiene corsi di altissimo livello in Italia ed all’estero e che ha diretto per anni il Teatro Massimo di Palermo e l’Arena di Verona.
La nuova sede impreziosisce l’ingresso nella città di Oderzo, che può ora contare su un punto di riferimento moderno e funzionale per il comparto del terziario.