Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » QUANDO LA SOLIDARIETA’ ENTRA NELLA SPESA QUOTIDIANA: INIZIATIVA DEI PANIFICATORI PER L’AVIS

QUANDO LA SOLIDARIETA’ ENTRA NELLA SPESA QUOTIDIANA: INIZIATIVA DEI PANIFICATORI PER L’AVIS

Donare il sangue è vita, scegliere il buon pane è salute”: è questo il motto stampato sui sacchetti del pane dei panifici aderenti al Gruppo provinciale panificatori di Confcommercio che prende il via in questi giorni. Al momento, sono già più di 30 i panifici aderenti ma il numero è destinato ad aumentare.
Ancora una volta, i panificatori trevigiani si spendono per una buona causa, quella di incentivare le donazioni di sangue, sostenendo il messaggio dell’Avis. “La solidarietà”- spiega il presidente Maurizio Porato– “fa parte del DNA dei panificatori, e l’utilizzo dei sacchetti del pane come veicolo fondamentale per comunicare con il pubblico tramite la spesa quotidiana ha sempre dato buoni frutti. In passato, i panificatori hanno promosso, sempre con il motto stampato all’esterno dei sacchetti, la campagna contro la violenza sulle donne per la promozione del numero antiviolenza 1522, senza contare il progetto “Pane in attesa” che mutua l’idea del caffè pagato e sensibilizza i consumatori per lasciare il pane pagato in negozio a favore dei più bisognosi.
L’impegno sulla qualità, sul prodotto fresco, genuino, realizzato con lievitazioni lunghe e farine biologiche, in linea con le nuove tendenze dell’alimentazione sana, si abbina all’impegno solidale che nel panificio sotto casa non manca mai.