Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » MONDO DEL LAVORO » Circolari » REGISTRO INFORTUNI: TENUTA E VIDIMAZIONE

REGISTRO INFORTUNI: TENUTA E VIDIMAZIONE

Tutte le aziende soggette alla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (D.lgs. n. 81/2008) sono sottoposte all’obbligo di tenuta e vidimazione del registro infortuni. Il registro deve essere redatto conformemente al modello approvato con DM 12 settembre 1958, vidimato presso l’ULSS competente per territorio e conservato sul luogo di lavoro.
Tale obbligo è previsto dall’art. 403 DPR n. 547/1955 per tutte le aziende nelle quali siano occupati prestatori di lavoro subordinato e soggetti ad essi equiparati (sono intesi quali “soggetti equiparati” ai lavoratori dipendenti anche i soci lavoratori, i soggetti che effettuano tirocini formativi e gli allievi di istituti di istruzione e universitari).
Si ricorda che la mancata tenuta o vidimazione del registro comporta per il datore di lavoro l’applicazione di sanzioni amministrative.
Il Ministero ha inoltre chiarito che, sino al momento in cui non verrà adottato il decreto per la realizzazione del sistema informativo nazionale per la prevenzione (cd. SINP) – il quale a regime andrà a sostituire l’attuale disciplina in materia di infortuni – tutte le aziende che ricadono nella sfera di applicazione del TU Sicurezza (D.lgs. n. 81/2008) saranno soggette all’attuale disciplina sulla tenuta e vidimazione del registro infortuni.