Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » RITARDI DEI LAVORI IN PIAZZA S.MARIA DEI BATTUTI: ECCO LE NOSTRE RICHIESTE

RITARDI DEI LAVORI IN PIAZZA S.MARIA DEI BATTUTI: ECCO LE NOSTRE RICHIESTE

Sedersi subito attorno al tavolo per istituire un regolamento sui cronoprogrammi dei lavori pubblici, con indennizzi e sanzioni ben quantificate, velocizzare i lavori ed arrivare a “vedere la luce” al massimo entro marzo, per non perdere le occasioni di pubblico degli eventi primaverili. Indipendentemente dalla capacità di sopportazione e dalle scelte dei singoli commercianti, Ascom –Confcommercio Treviso, tramite il proprio referente del centro storico Enrico Zanon, alza nuovamente i toni affermando che- “è doveroso ribadire, di fronte ad un caso come quello dei lavori in Piazza Santa Maria dei Battuti, che i diritti delle imprese devono essere tutelati sempre dalla pubblica amministrazione, al pari di quelli dei cittadini. Sono soggetti che portano valore, lavoro e attrattività all’intera città e non possono essere calpestati per scarsa programmazione, ritardi o contrattempi. Ogni imprenditore sa che la propria situazione può cambiare anche solo per una deviazione temporanea, ed il fare imprese tiene conto di questi rischi, ma in questo caso non sono i commercianti a dover farsi carico di inadempienze altrui. Siamo decisi ad andare avanti sull’istituzione di un regolamento unico e condiviso, che ponga tutti di fronte alle proprie responsabilità. Porteremo l’idea di prevedere gli sgravi temporanei dei tributi locali per le imprese coinvolte dai lavori.”
“L’obiettivo”- conclude Enrico Zanon– “è di arrivare pronti agli eventi di primavera e di concludere entro marzo questo calvario. La zona ha già perso l’indotto del pubblico della Mostra sugli Impressionisti, quello del Natale, è ORA necessario salvare almeno gli eventi primaverili.”