Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » DAL TERRITORIO » Confcommercio Treviso » RIVOLUZIONE “RIFIUTI” : SOLUZIONI IN VISTA PER ESERCENTI E RISTORATORI

RIVOLUZIONE “RIFIUTI” : SOLUZIONI IN VISTA PER ESERCENTI E RISTORATORI

Per esercenti e ristoratori il passaggio “è epocale”
L’obiettivo è quello di trovare nuove soluzioni e di monitorare la prima fase del passaggio “porta a porta” che- per esercenti e ristoratori – può definirsi un “passaggio epocale”: per questi motivi, tra la direzione di Ascom-Confcommercio Treviso e la direzione di Contarina è stato formato un tavolo di esperti al quale partecipano, per Ascom, il direttore Tedesco e il segretario Marchesini, per Contarina e Consorzio Priula i direttori Rasera e Contò.
Le esperienze attuate con successo negli altri Comuni- assicurano gli esperti- “hanno un valore e consentiranno di trovare le soluzioni adeguate anche per il caso di Treviso, che in centro storico si trova ad affrontare una serie di difficoltà logistiche per la tenuta e l’esposizione dei bidoni da parte di ristoratori e pubblici esercenti”. “Al momento”- assicura Nevio Marchesini- “stiamo raccogliendo tutte le necessità ed abbiamo trovato la totale disponibilità a trovare nuove soluzioni. Ovviamente con l’occhio attento alla tariffazione, che per le categorie interessate non potrà di certo tradursi in una nuova mazzata. Fortunamente, in altre città simili, anche con centri storici piccoli e strade strette, le soluzioni sono state trovate e, come per tutte le rivoluzioni, occorre gestire bene questa fase di transizione.
A Montebelluna ed Asolo, per esempio, le difficoltà iniziali erano simili ma poi la situazione è andata a regime e tutti ne hanno tratto vantaggio”.