Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » TREVISO GLOCAL: UN 2015 DI INVESTIMENTI, VALORIZZATI TURISMO ED ENOGASTRONOMIA

TREVISO GLOCAL: UN 2015 DI INVESTIMENTI, VALORIZZATI TURISMO ED ENOGASTRONOMIA

Presentato il nuovo programma di iniziative che la società della Camera di Commercio metterà in atto nei prossimi dodici mesi: contributi per 455mila euro e una nuova visione strategica a sostegno di una promozione integrata del territorio trevigiano

Treviso Glocal conferma per il 2015 il suo ruolo a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese di Marca e rilancia il suo impegno con una nuova visione strategica. La società della Camera di Commercio di Treviso ha presentato a dicembre il nuovo programma di iniziative, che metterà in atto per i prossimi dodici mesi e che potranno contare sul rinnovo da parte dei soci di un contributo di 455mila euro, a cui si sommeranno importanti ulteriori interventi di sostegno alle aziende, grazie a sponsor esterni o contributi regionali a cui la società è stata in grado di accedere. I soci di Treviso Glocal confermano la chiara volontà di investire su azioni di sistema, stanziando la medesima quota del 2014 e testimoniando così l’interesse per le attività svolte. Il programma, approvato dall’Assemblea dei soci con l’ausilio del C.U.O.A., garantisce sia i servizi consolidati in materia di internazionalizzazione, sia le nuove azioni strategiche che Treviso Glocal metterà in campo a servizio di un rinnovato modello di promozione integrata, che sfrutterà gli strumenti del marketing territoriale.  «Abbiamo deciso di allargare la mission della società – spiega il presidente di Treviso Glocal, Fulvio Brunetta – affiancando ai servizi tradizionalmente erogati alle aziende una serie di attività che valorizzino, nel senso dell’internazionalizzazione, il binomio prodotto-territorio. Ciò significa, concretamente, supportare l’accompagnamento delle produzioni locali all’estero, presso le fiere, le missioni o gli operatori economici, con la comunicazione del loro territorio di riferimento, progettata ad hoc per ogni occasione in collaborazione con enti locali ed organismi deputati alla promozione territoriale. Questo perché, in un contesto economico globale sempre più competitivo e all’avanguardia, riteniamo di fondamentale importanza saper trasmettere ai mercati un biglietto da visita quanto più rappresentativo della nostra identità territoriale. In tal senso, la futura strategia aziendale di Treviso Glocal (che porta nel nome il rapporto tra dimensione locale e globale) punterà all’integrazione del sistema economico trevigiano, creando un circuito virtuoso tra le sue varie componenti che valorizzi la complessità del territorio e attragga sempre maggiori interessi nella Provincia». Tra le iniziative che traducono in azione questo proposito ci sarà, ad esempio, un intenso programma di attività legate all’incoming turistico ed economico, cui saranno destinati complessivamente 117mila euro del budget messo a disposizione. Treviso Glocal, in particolare, si proporrà di organizzare nella Marca Trevigiana tour aziendali per almeno cento buyer stranieri in un anno, segnalati da aziende locali. A ognuno di essi verrà offerta la possibilità di visitare, a spese di Treviso Glocal, le attrazioni turistico-culturali del territorio (in collaborazione con il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso), realtà produttive appartenenti a settori non in concorrenza con l’azienda che ha effettuato la segnalazione, nonché showroom e negozi per lo shopping. Allo stesso modo, il servizio si propone di individuare le agenzie di viaggi dei paesi esteri, interessanti per i nostri mercati, che siano disposte ad organizzare visite d’affari presso le aziende di Treviso, secondo itinerari turistico produttivi predefiniti. Altri 123 mila euro del budget messo a disposizione per il programma 2015 sarà destinato ai mercati esteri, ovvero per il finanziamento di fiere e missioni all’estero: in particolare, il prossimo anno sono in programma quattro fiere (Prowein a Düsseldorf, Contract Italiano a Teheran, Summer Fancy Food a New York e Vinitaly a Verona), due missioni (in Albania per ho.re.ca. e in Moldova per settore macchinari per l’agricoltura) e un progetto in Brasile per il sistema casa. I restanti 215mila, invece, andranno a contribuire alla promozione territoriale, ovvero alla realizzazione di eventi e manifestazioni nelle città trevigiane, per la rivitalizzazione dei centri storici e la valorizzazione contestuale delle attività manifatturiere, dell’artigianato artistico, delle produzioni tipiche agroalimentari e dell’intera economia locale. Nei prossimi dodici mesi saranno organizzati sette diversi eventi in tutta la Marca Trevigiana, dedicati a storia, arte, enogastronomia, intrattenimento, cui si aggiunge anche un progetto “Expo 2015”, in collaborazione con Unioncamere del Veneto e gli altri attori istituzionali veneti. Nel programma 2015- spiega Federico Capraro, vicepresidente di Treviso Glocal e presidente del Gruppo Albergatori Confcommercio- vengono valorizzati turismo ed enogastronomia, oltre alle manifestazioni dei centri storici, veri assi portanti della nostra economia”. Treviso Glocal intende inoltre attivare un tavolo ricognitivo al fine di verificare periodicamente l’efficacia delle iniziative proposte e favorire una fattiva ed operosa cooperazione a livello sistemico».