Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi
Home » ATTIVITA' » TURISMO TREVIGIANO 2014: AUMENTI IN ARRIVO

TURISMO TREVIGIANO 2014: AUMENTI IN ARRIVO

  Ottimi i risultati ottenuti dalla Provincia di Treviso che fa registrare il più significativo aumento della regione in termini percentuali per quanto riguarda gli arrivi. Infatti, tra gennaio e giugno 2014 si contano 388.938 arrivi e 779.748 presenze. Questi dati mostrano un andamento positivo rispetto allo stesso periodo del 2013 ((arrivi +8.27%, presenze +5.35%). Si conferma anche nei mesi di luglio e agosto l’aumento registrato nel primo semestre, aumento che interessa sia gli arrivi che le presenze rispetto agli stessi mesi del 2013. In Veneto, in generale, nel periodo gennaio-giugno 2014 aumentano sia gli arrivi (+4,42%) sia, in controtendenza con gli ultimi anni, le presenze (+4,73%).   “Dai dati emerge che è soprattutto il turismo straniero a trainare l’incremento degli arrivi ma, in controtendenza, anche il turismo italiano si sta riprendendo e registra la percentuale di aumento più alta delle presenze (+6.04%). Importante la crescita contemporanea di arrivi e presenze sia nei flussi domestici che stranieri –spiega il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro – Questi numeri sono significativi e non fanno altro che confermare che il lavoro in rete portato avanti in questi anni è stato efficace. Ora dobbiamo potenziare questi risultati implemento su progetti peculiari anche in rete alle aziende del nostro territorio”.  “Il turismo è il nostro petrolio. A partire da questi dati dobbiamo lavorare in rete per raggiungere i nuovi mercati e puntando su progetti peculiari che attirino i turisti, per l’appunto le nuove forme di turismo come i progetti legati ai percorsi di fede o anche allo shopping. E naturalmente gli eventi”, ha aggiunto l’assessore al turismo della Provincia di Treviso, Silvia Moro. “Penso che le politiche condivise siano fondamentali per poter fare turismo. E insieme bisogna lavorare per portare avanti nuove opportunità cercando di intercettare anche il turismo di seconda generazione che arriverà in futuro ad usufruire appieno del territorio e delle potenzialità dello stesso”, ha aggiunto il presidente del Consorzio Marca Treviso, Gianni Garatti. I risultati ottenuti fino ad ora – ha concluso Garatti- sono anche il frutto di un lavoro sinergico messo in campo tra le categorie economiche e grazie al sistema Confcommercio.  L’area del Montebellunese registra l’aumento maggiore  in termini di arrivi (+ 14,46%) nonché un considerevole incremento anche nelle presenze, con una permanenza media di 2,56 giorni. Mentre, la zona di Treviso Sud conferma in termini numerici le prestazioni, sia per quanto riguarda gli arrivi che le presenze. In forte aumento le presenze nell’Opitergino-Mottense e nel Vittoriese, a fronte di un notevole calo nell’Asolano (-15,69%). Treviso capoluogo registra una diminuzione, solo negli arrivi, del -3,49%.  l mercato cinese rappresenta quasi il 23% degli arrivi totali con un incremento, rispetto allo scorso anno, del 48%. Si confermano stabilmente nella top 10 degli arrivi, anche i turisti provenienti da altri paesi dell’asia confermando l’importanza delle new economy per lo sviluppo del turismo e l’avvio di un incremento dei flussi provenienti dall’area Bric. Importante la performance spagnola che registra un significativo aumento del 17% delle presenze. Per quanto riguarda le strutture ricettive, si conferma la tendenza a un aumento della domanda nelle categorie medio-alte: il 56% degli stranieri sceglie di soggiornare in alberghi a 4 stelle, il 18% si rivolge agli alberghi a 3 stelle. Anche gli italiani si rivolgono in prevalenza ad alberghi di categoria medio-alta: il 38% ai 4 stelle, il 24% ai 3 stelle.

Per approfondimenti sono consultabili le slides della conferenza stampa: conf stampa I semestre 2014